Informati News

Il cratere La Fossa, Isola di Vulcano.
Interessi:  attività fumarolica, depositi vulcanici, mineralizzazioni di zolfo 
Difficoltà:  T
Lunghezza:  2.5 Km
Durata:  1 h
Periodo consigliato: tutte le stagioni se il meteo lo consente. In estate o in giornate particolarmente calde ricordarsi di portare con sé il necessario per idratarsi e proteggersi dal sole.
Bibliografia consigliata: "Guida ai vulcani e alla natura delle Isole Eolie" di Calanchi N., Lo Cascio P., Lucchi F., Rossi P.L., Tranne C.A.
“Vulcano, Tre secoli di mineralogia” di Campostrini I., Demartin F., Gramaccioli C.M., Russo M.  Associazione Micro-mineralogica Italiana.

EVENTualmente Giotto: riscoprendo la “Scuola di Fabriano”

EVENTualmente In MOSTRA”: questo il titolo del progetto promosso dalla Pinacoteca Civica “Bruno Molajoli” di Fabriano, che darà vita, per tutto il mese di Novembre, ad un ciclo di appuntamenti nell’ambito della mostra temporanea “Da Giotto a Gentile, pittura e scultura a Fabriano tra due e trecento”, allestita a Fabriano (AN) dal 25 luglio di questo anno.

Ai bambini è dedicato il primo di questa serie di eventi, che potranno passare la una notte (quella di Halloween) al Museo: 12 ore – dalle 20 alle 08 – di divertimento e apprendimento, in replica il 22 Novembre. Gli appassionati di gastronomia saranno invitati a partecipare agli “Aperitivi in Mostra”, ogni mercoledì presso il Chiostro della stessa Pinacoteca, mentre alla musica sarà dedicata la serata del 14 Novembre, con il “concerto Trecentesco” di Enea Sorini e Peppe Frana.

Un progetto ambizioso e creativo che consolida il successo della mostra a cura di Vittorio Sgarbi, già al di sopra delle 35000 presenze e prorogata fino al 18 gennaio 2015, ripagando il notevole sforzo organizzativo della Fondazione Carifac, coadiuvata dalla Fondazione Veneto Banca, dal Comune di Fabriano e dalla Regione Marche. La mostra sembra voler affermare con forza un concetto importante: l’esistenza di una Scuola pittorica Fabrianese, che trae origine da Giotto e dai pittori riminesi, presenti all’inizio del percorso espositivo, pur conquistando una propria autonomia e identità figurativa nelle opere di artisti che, per la maggior parte, sono rimasti anonimi.

Non un nome ma una provenienza rimane al visitatore che volesse lasciarsi affascinare dalle 100 e più opere, principalmente ad affresco, selezionate per la mostra. Ed è forse per questo motivo che alla Scuola Fabrianese non era ancora stata attribuita l’importanza che merita e che senza dubbio riacquista quando si è di fronte ad artisti dell’ordine e del dettaglio come il Maestro di Campodonico, Francescuccio di Cecco Ghissi o il misterioso Maestro dei Magi. Sono nomi già noti agli studiosi e agli appassionati d'arte, ma che il grande pubblico ha la preziosa occasione di incontrare quasi per la prima volta, in un’opera divulgativa che coinvolge non solo la Pinacoteca, ma anche le Chiese di Sant’Agostino e San Domenico e la Cattedrale di San Venanzo, nella stessa Fabriano.

Scatti interno/esterno della mostra "Da Giotto a Gentile" presso Fabriano (AN).

Fonte: Michela Botticelli – mostrafabriano.it

 

ORARI: 10.00-21.00; week-end 10.00 -23.00 (lunedì mattina chiuso);

BIGLIETTO: 9€ ridotto 6€ studenti 3€;

INFO MOSTRA e PRENOTAZIONI VISITE GUIDATE: 0732-252181  numero verde 800 00 1346;

INFO EVENTualmente:  +39347-8611250.

 
 
 

Cultura News

La settimana del Pianeta Terra 4 edizione

L’Italia alla scoperta delle Geoscienze - Una società più informata è una società più coinvolta

7 giorni di manifestazioni dedicate alle divulgazione scientifica, i “Geoeventi”, che animano diverse località sparse su tutto il territorio nazionale: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte ai musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde.

La settimana del Pianeta Terra

La “Settimana del Pianeta Terra. L’Italia alla scoperta delle Geoscienze - Una società più informata è una società più coinvolta” si articola in un insieme di manifestazioni, i “Geoeventi”, che si svolgono nell’arco di una settimana di ottobre in diverse località sparse su tutto territorio nazionale: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte ai musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde.