Imitazioni

 Le pietre false o imitazioni sono quelle pietre che non hanno nulla in comune fisicamente e chimicamente con il prodotto naturale ma ne imitano le caratteristiche esterne. Infatti, le uniche proprietà che esse riescono a imitare sono il colore e la lucentezza delle vere gemme, ma la durezza, il peso specifico e le altre caratteristiche chimiche e fisiche sono ben lontane dalle pietre naturali. 

Le pietre false, a differenza di quelle sintetiche, sono ottenute per lo più con vetro piombifero al quale l’aggiunta di sostanze coloranti riesce a imitare bene le varie pietre colorate. Il vetro particolarmente ricco di piombo viene chiamato strass, dal nome dell’inventore viennese J. Strasser ed ha unforte potere rifrangente. 

 

Esempio di strass (vetro ricco in piombo).
Fonte foto: www.strassnuovaerrebi.it. 

Rientrano nelle imitazioni anche le pietre composite, utilizzate in gioielleria per imitare una gemma di dimensioni e/o pregio superiore. Le pietre composite si possono suddividere in doppiette e triplette.  Nella doppietta la gemma è costituita da due pietre, la parte superiore è formata da una pietra vera di elevato pregio, mentre quella inferiore da un vetro o da una pietra di natura diversa dalla prima e naturalmente di valore inferiore. Nella tripletta viene aggiunto un altro sottile strano superiore. Le parti vengono incollate con un mastice, colorato o trasparente secondo la necessità e nascoste dalla montatura quando possibile.

Spiegazione di una pietra composita per un opale. Fonte foto: www.coastalbreezenews.com. Esempio di una doppietta di opale.
Fonte foto: www.csarcheometria.it.
Esempio di una tripletta di opale. 
Fonte foto: www.minerals.net

Le imitazioni possono essere anche pietre naturali che assomigliano ad altre pietre di maggior rilievo gemmologico. La fosterite è un'eccellente imitazione della più costosa tanzanite. Mentre al posto del diamante possono essere utilizzati sia lo zircone naturale che lo zircone cubico sintetico.

Fosterite spesso usata per imitare la tanzanite.
Fonte foto: gemologyproject.com. 
Zirconio cubico sintetico utilizzato per imitare il diamante. 
Fonte foto: studio11photography.wordpress.com.

Le imitazioni possono essere intenzionali e quindi vanno considerate come truffa o accidentali. Per accidentali s’intende lo scambio o l’errata attribuzione di un nome ad una pietra. Ad esempio anticamente molte gemme rosse venivano chiamati rubini anche se in realtà erano spinelli o granati. Il più famoso è il Rubino del Principe Nero, una magnifica gemma di 170 carati, che in realtà è uno spinello rosso che orna attualmente la Corona Imperiale nei Gioielli della Corona d’Inghilterra.

Spinello rosso al centro della corona imperiale anticamente scambiato per rubino.
Fonte foto: www.luxedo.it

Specialist News

The terra-cotta army

L'ESERCITO DI TERRACOTTA (ITA)

“Victorious warriors
win first
and then go to war,
while defeated warriors
go to war first
and then seek to win”

Sun Zu

L'esercito di terracotta
 
 
“I guerrieri vittoriosi
prima vincono
e poi vanno in guerra,
mentre i guerrieri sconfitti
prima vanno in guerra
e poi cercano di vincere”

Sun Zu