Grotta d'Oggi

Interessi:   granito, filoni pegmatitici, tormaline
Difficoltà: T
Lunghezza: 1.2 Km
Durata: 30’
Periodo consigliato: tutte le stagioni se il meteo lo consente.
Bibliografia consigliata: F. Lucci, R.Pucci. Le cavità miarolitiche delle pegmatiti di Grotta d’Oggi (san Piero in Campo, Isola d’Elba). Alcuni esempi della associazione feldspato, quarzo, berillo, tormalina, berillo, zircone, mica. Il Cercapietre. 1-2 2012, 9-17.

From Address:

Grotta d’Oggi è uno dei tantissimi punti di interesse mineralogico presenti sull’isola.

Per raggiungere il posto, occorre seguire la strada che da Marina di Campo (1) sale verso i due piccoli paesi di San Piero in Campo (2) e Sant’Ilario (3) che vale, comunque, la pena di visitare. Passando sotto il paese di San Piero, all’altezza di una curva a sinistra (A), riconoscibile anche dalla presenza di un gruppo di pini, si può lasciare l’auto e proseguire a piedi lungo uno sterrato e subito dopo (circa 50 metri) un sentiero che scende abbastanza ripido verso il Fosso Bovalico (4), immergendosi nella macchia mediterranea. Arrivati sul fondo ci si trova davanti il blocco granitico di Grotta d’Oggi (B). Ci troviamo infatti alle pendici orientali di Monte Capanne (il rilievo più alto dell’isola con i suoi 1019 metri), un plutone monzogranitico messosi in posto in tempi relativamente recenti (circa 7 milioni di anni fa) e attraversato da numerosi filoni pegmatitici, di cui quello coltivato a Grotta d’Oggi è soltanto uno dei tanti esempi di come l’isola d’Elba sia stata da sempre sfruttata dall’uomo per l’estrazione di minerali. In questo caso i minerali più abbondanti sono il quarzo affumicato, feldspati, berilli e soprattutto le tormaline, compresa la varietà policroma Elbaite, che prende il nome proprio dall’Isola. Grotta d’Oggi è stato uno dei filoni più sfruttati, ma con un po’ di fortuna e molta pazienza, è ancora possibile rinvenire dei buoni micromounts. Si consiglia comunque una sosta al Museo Mineralogico e Gemmologico di San Piero in Campo, dove sono esposti alcuni splendidi esemplari dei minerali rinvenuti in tutta l’Isola d’Elba.