Lucentezza e trasparenza

Trasparenza

A seconda del modo con cui la luce penetra nel cristallo, i minerali si classificano in trasparenti (lasciano passare la luce totalmente), translucidi (lasciano passare la luce solo in maniera debole) e opachi (non lasciano passare la luce). Alcuni minerali, come il topazio, sono quasi sempre trasparenti, mentre altri, come la pirite, non lo sono mai. La trasparenza dipende anche dalla struttura del minerale: certi aggregati a grana fine di gesso o di mica non sono trasparenti, quando i monocristalli degli stessi minerali lo sono. Piccole inclusioni possono ridurre la trasparenza di un minerale.

Esempio di minerale trasparente come il topazio a sinistra (fonte foto www.lacristalloterapia.com ) e di minerale opaco come la pirite a destra (fonte foto www.mineraldata.org)

Lucentezza

La lucentezza di un minerale è determinata dal modo con cui la superficie del minerale riflette o rifrange la luce. Si tratta, quindi, di un effetto esclusivamente legato alla superficie. Una prima grande distinzione consiste nel distinguere i minerali con lucentezza metallica e non metallica; quando non è possibile distinguerli, si parla di lucentezza submetallica. I minerali metallici opachi (pirite, galena) che hanno un forte potere riflettente, hanno una lucentezza metallica.

 

 

 

Galena, esempio di lucentezza metallica (fonte foto www.dakotamatrix.com).

La lucentezza non metallica è mostrata generalmente dai minerali trasparenti o translucidi e, a seconda dell’intensità e della qualità della lucentezza, si può distinguere in: 

Tipi di lucentezza non metallica.

 
 
 

Specialist News

The terra-cotta army

L'ESERCITO DI TERRACOTTA (ITA)

“Victorious warriors
win first
and then go to war,
while defeated warriors
go to war first
and then seek to win”

Sun Zu

L'esercito di terracotta
 
 
“I guerrieri vittoriosi
prima vincono
e poi vanno in guerra,
mentre i guerrieri sconfitti
prima vanno in guerra
e poi cercano di vincere”

Sun Zu