Informati News

Il cratere La Fossa, Isola di Vulcano.
Interessi:  attività fumarolica, depositi vulcanici, mineralizzazioni di zolfo 
Difficoltà:  T
Lunghezza:  2.5 Km
Durata:  1 h
Periodo consigliato: tutte le stagioni se il meteo lo consente. In estate o in giornate particolarmente calde ricordarsi di portare con sé il necessario per idratarsi e proteggersi dal sole.
Bibliografia consigliata: "Guida ai vulcani e alla natura delle Isole Eolie" di Calanchi N., Lo Cascio P., Lucchi F., Rossi P.L., Tranne C.A.
“Vulcano, Tre secoli di mineralogia” di Campostrini I., Demartin F., Gramaccioli C.M., Russo M.  Associazione Micro-mineralogica Italiana.

Meteorologia: è la scienza che studia i processi fisici che avvengono nell’atmosfera terrestre, in modo particolare nel suo strato inferiore e cioè la troposfera.Con l’ausilio dei modelli fisico-matematici e, monitorando i parametri atmosferici fondamentali quali temperatura, umidità, pressione, vento e radiazione solare, il meteorologo è in grado di elaborare delle previsioni su scale temporali e spaziali variabili.
Questa scienza si suddivide in varie branche specifiche. Tra le principali possiamo citare la nefologia cioè lo studio dei corpi nuvolosi, lo studio dei processi chimico-fisici che si verificano in atmosfera, lo studio delle teleconnessioni e delle condizioni termodinamiche della stratosfera attraverso il quale è possibile fare delle previsioni a macroscala a lungo termine, lo studio dei fenomeni convettivi cioè la previsione e l’analisi, mediante l’uso delle immagini radar e satellitari, dei sistemi temporaleschi e di tutta la fenomenologia ad essi connessa.
Le scienze dell’atmosfera si amalgamano con altre discipline affini come l’oceanografia e la climatologia. Un argomento molto studiato negli ultimi anni è quello dei cambiamenti climatici. I collegamenti tra le dinamiche legate alle correnti oceaniche superficiali e profonde e la dislocazione delle principali aree cicloniche ed anticicloniche del pianeta rappresentano il metodo di analisi, seppur molto complesso, utilizzato dagli studiosi per comprendere meglio la causa delle anomalie climatiche.

Horizon Project: un viaggio a caccia di temporali nelle grandi pianure americane

Per il terzo anno consecutivo seguiremo i nostri amici cacciatori di temporali nelle grandi pianure americane. Stefano Piasentin e Marco Equitani, accompagnati da altri tre ragazzi del Nord Italia, inseguiranno i temporali direttamente sul campo durante tutta la seconda metà di maggio.

La partenza è prevista per mercoledì 18 maggio con arrivo al Denver International Airport nel tardo pomeriggio del giorno medesimo.

 

Da Denver inizierà la loro nuova avventura che prevede anche una rapida escursione verso gli stati dell’ovest dove immortaleranno alcune bellezze naturalistiche di interesse geologico quali il Diablo Canyon Crater in Arizona e la Monument Valley sul confine Utah-Arizona. Insomma un viaggio dedicato non solo ed esclusivamente alla Meteorologia. La maggior parte del loro tempo lo trascorreranno, come di consueto, nelle sterminate Great Plains alla ricerca dei più violenti e allo stesso tempo spettacolari temporali del nostro pianeta.

Per il primo anno Stefano, Marco e i loro tre compagni affronteranno il viaggio da soli, senza l’appoggio del Tornado Tour che li aveva guidati nei due anni precedenti. Allestiranno un fuoristrada con tutta l’attrezzatura necessaria per questo tipo di attività con connessione Internet mobile fondamentale per controllare costantemente le carte dei vari modelli fisico-matematici sempre aggiornate, le immagini satellitari della nuvolosità nonché l’evoluzione dei temporali attraverso l’analisi delle immagini radar, oltre a tutta serie di attrezzatura fotografica e videografica.

Il gruppo ha un nome Horizon Stormchaser e un progetto Horizon Project che consiste nel raccogliere quanto più girato possibile per realizzare un piccolo documentario alla fine del viaggio. La redazione di Rollingems.com vi consiglia vivamente di seguire la loro avventura che inizierà, come già accennato su, il 18 maggio e terminerà giovedì 2 giugno. Rimanete quindi aggiornati seguendo le pagine Facebook e Twitter “Horizon Stormchaser” dove troverete highlights, foto e video riassuntivi sulle loro giornate di caccia.  

Photo: ©Marco Equitani Canadian, TX tornado. May 27, 2015

 

 
 
 

Trasformazioni adiabatiche in atmosfera

L’atmosfera può essere considerata con buona approssimazione adiabatica. Ciò sta a significare che i principali processi fisici che si verificano all’interno di essa seguono generalmente un gradiente adiabatico.

La precisa definizione di trasformazione adiabatica è la seguente: è una trasformazione termodinamica in generale irreversibile e non quasi-statica, nel corso della quale un sistema fisico non scambia nettamente calore con l’ambiente, anche se lo cede e lo riprende ciclicamente in coppie di trasformazioni elementari.