Meteoriti. Quando lo spazio comunica -Walk with us-

Controcanto ad un’altra mostra promossa dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA); Meteoriti (Quando lo spazio comunica) è un invito rivolto a tutti i Musei dell’Università La Sapienza ad uscire dalle mura della Città Universitaria per accogliere un pubblico certamente più vasto ed eterogeneo.
L’intento, spiega Giorgio Manzi (Direttore del Polo Museale dell’Università La Sapienza), è senza dubbio quello di raccontare la Scienza attraverso i tesori della Sapienza e questo è solo il primo traguardo di una collaborazione, speriamo lunga e produttiva, tra il Polo Museale Sapienza e il Palazzo delle Esposizioni.
 
Uno di questi “piccoli” tesori è la collezione delle meteoriti del Museo di Mineralogia e il Curatore dei Musei di Scienze della Terra, Michele Macrì, ci dice che la mostra prende vita proprio da questa collezione.
 Della grande collezione è stata esposta la sezione delle meteoriti italiane, di cui fa parte la meteorite di San Michele caduta nei pressi di Pesaro il 20 Febbraio del 2002, ma anche le rarissime meteoriti marziane e lunari e le altre meteoriti che vengono definite “storiche”, data la loro importanza, tra le quali non possiamo non citare la meteorite di Uegit (la più grande conservata in Italia con il suo peso di 252 Kg) e quella di Čeljabinsk caduta in Russia il 15 Febbraio del 2013.
 
Questa mostra non offre solo la possibilità di poter vedere da vicino una quantità notevole di oggetti che dallo spazio arrivano sul nostro pianeta, ma vuole coinvolgere i visitatori anche a porsi delle domande sull’origine del nostro Universo e sulla nascita del Sistema solare.
 
Non è affatto facile decifrare i messaggi nascosti nel materiale che ci arriva dallo spazio, ma di sicuro la parola “extraterrestre” dopo aver visto questa mostra  non avrà più lo stesso significato. 
 

Cultura News

La settimana del Pianeta Terra 4 edizione

L’Italia alla scoperta delle Geoscienze - Una società più informata è una società più coinvolta

7 giorni di manifestazioni dedicate alle divulgazione scientifica, i “Geoeventi”, che animano diverse località sparse su tutto il territorio nazionale: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte ai musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde.

La settimana del Pianeta Terra

La “Settimana del Pianeta Terra. L’Italia alla scoperta delle Geoscienze - Una società più informata è una società più coinvolta” si articola in un insieme di manifestazioni, i “Geoeventi”, che si svolgono nell’arco di una settimana di ottobre in diverse località sparse su tutto territorio nazionale: escursioni, passeggiate nei centri urbani e storici, porte aperte ai musei e nei centri di ricerca, visite guidate, esposizioni, laboratori didattici e sperimentali per bambini e ragazzi, attività musicali e artistiche, degustazioni conviviali, conferenze, convegni, workshop, tavole rotonde.